Porto San Giorgio
Ti trovi in: > Home > Procedimenti e modulistica > Spettacoli e trattenimenti pubblici > Sale Giochi


SG01 - Sale giochi e apparecchi da trattenimento

UfficioSportello Unico delle Imprese
DescrizioneIl Comune si prefigge l’obiettivo di garantire che la diffusione dei locali nei quali si pratica il gioco lecito garantisca i limiti di sostenibilità con l’ambiente circostante, oltre al corretto rapporto con l’utenza, la tutela dei minori e delle fasce più a rischio ed incentivi un accesso responsabile al gioco che non porti a fenomeni di dipendenza.
Per sala giochi s’intende il locale allestito per lo svolgimento del gioco del biliardo e/o altri giochi leciti, anche attraverso l'installazione di apparecchi da trattenimento automatici, semiautomatici ed elettronici, nonché eventuali altri apparecchi meccanici (ad es. flipper, juke-box, ecc.).
Con il Regolamento comunale approvato con DCC n. 61 del 1/07/2010, sono stati disciplinati i requisiti ed il procedimento per il rilascio di licenze per l'apertura di sale giochi, nonché le modalità per la loro gestione.

Limiti quantitativi
Sono due i provvedimenti ministeriali che attualmente disciplinano il numero massimo di apparecchi da intrattenimento di cui all’art. 110, commi 6 e 7, lett. a) e c), del TULPS che possono essere installati: il Decreto Interdirettoriale del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 27.10.2003 e il Decreto Direttoriale del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 18.1.2007. Entrambi i decreti dettano inoltre le prescrizioni relative all’installazione di tali apparecchi.
Pertanto in una sala giochi è possibile installare n. 1 apparecchio ogni 5 mq (il numero complessivo degli apparecchi del comma 6 non deve superare il doppio degli apparecchi di altre tipologie).

Modalità di presentazioneL’istanza per il rilascio della licenza di apertura di una sala giochi deve essere redatta in carta legale utilizzando la modulistica disponibile presso il Servizio Sportello Unico delle Imprese o scaricabile dalla sezione sottostante “Allegati”.
Al momento del rilascio dell’autorizzazione l’ufficio provvederà alla consegna della tabella dei giochi vietati vidimata dal Questore di Ascoli Piceno.

Disciplina sanzionatoriaLa disciplina sanzionatoria per l'utilizzo abusivo o irregolare di apparecchi o congegni da trattenimento è prevista dal t.u.l.p.s., al quale però si affiancano altre disposizioni previste da leggi speciali e dal codice penale.
Le violazioni alle norme del regolamento comunale, quando non costituiscono reato o non siano sanzionate da altre leggi o regolamenti, sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria, da un minimo di Euro 25,00 ad un massimo di Euro 500,00.

Normativa di riferimentoT.U.L.P.S. R.D. 18.6.1931 n. 773 e relativo Regolamento di Esecuzione R.D. 6.5.1940 n. 635;
Decreto Interdirettoriale del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 27.10.2003;
Decreto Direttoriale del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 18.1.2007;
Regolamento comunale, approvato con DCC n. 61 del 1/07/2010.

Allegati
img_20PRS01 - Procura SpecialeDa presentarsi in caso di procura
img_21SG01 - ISTANZA licenza sala giochi
img_22SG04 - COMUNICAZIONE sala giochicessazione-sospensione
img_23SG05 - Richiesta tabella giochi proibiti
Presenta domanda on-lineimg_3